nexthod Nessun commento

Prescrizione dei crediti: le indicazioni dell’ordinamento

La prescrizione dei crediti è un aspetto piuttosto sottovalutato da parte di chi vanta un credito verso un altro soggetto. Il recupero del credito infatti è soggetto a prescrizione. Questo significa che se dopo un determinato periodo di tempo il credito non viene recuperato colui che ne detiene il diritto non può più sfruttarne i suoi aspetti vantaggi. Giova ricordare che la prescrizione è quel mezzo con cui l’ordinamento giuridico ordina l’estinzione di un diritto se esso non viene usufruito entro una certa data.

Il recupero crediti è quell’insieme di tutte le attività che pone in essere colui che detiene il diritto, nei confronti di colui che è obbligato e che hanno come fine quello del recuperare la somma dovuta. Posto che il creditore deve mettere il debitore nelle condizioni di adempiere al debito, se il debitore non vi adempie il creditore può sollecitarlo con le opportune modalità e se non viene soddisfatto può ricorrere alla legge.

Prescrizione dei crediti: differenze tra interruzione e sospensione e come opera la prescrizione

La tempistica di recupero del credito può essere soggetta sia a interruzione che a sospensione. Con l’interruzione della prescrizione dei crediti si riparte da zero, come se non fosse passato del tempo tra la data in cui ci si trova e quella della formazione del credito. La sospensione della prescrizione dei crediti, così come dice il nome, non fa ripartire la tempistica da capo, ma la ferma solamente. Una volta che la sospensione sarà stata revocata il tempo si sommerà a quello già trascorso alla data della sospensione.

la prescrizione è quel mezzo con cui l’ordinamento giuridico ordina l’estinzione di un diritto se esso non viene usufruito entro una certa data

 

Come detto il recupero crediti è regolato dalla legge, anche nei suoi termini prescrittori. Il termine per poter usufruire del diritto è generalmente fissato in 10 anni dal momento in cui il credito viene ad esistere. Si utilizza il calendario standard, sommando quindi anche sabati e domeniche, ma se il termine cade in un giorno festivo slitta al primo giorno successivo non festivo. La prescrizione dei crediti non può essere rilevata d’ufficio: il debitore deve obbligatoriamente contestare attivamente il decorso dei termini. La prescrizione dei crediti può essere soggetta a decorso, cioè può essere temporaneamente stoppata attraverso un atto, notificato al debitore, con il quale il creditore manifesta in modo chiaro ed univoco la propria volontà di recuperare quanto gli è dovuto. Il pagamento del debito ovviamente preclude che vi sia prescrizione.

Prescrizione dei crediti: i termini di prescrizione breve

Ci sono numerosi casi di prescrizione dei crediti breve.

Vengono prescritti in 5 anni

  • Annualità delle rendite perpetue o vitalizie e di pensioni alimentari
  • Rate dei mutui;
  • Corrispettivi delle locazioni;
  • Spese condominiali e per la ristrutturazione di immobili;
  • Assicurazioni;
  • Capitale nominale dei titoli di Stato;
  • Indennità spettanti per la cessazione del rapporto di lavoro;
  • Bollette per utenze domestiche (luce, gas, acqua, telefono, rifiuti);
  • Diritti che derivano dai rapporti sociali, se la società è iscritta nel registro delle imprese;
  • Dichiarazioni dei redditi, IVA e documentazione allegata;
  • Multe;
  • Interessi su strumenti finanziari;

Vengono prescritti in tre anni:prescrizione-dei-crediti

  • Bollo dell’auto;
  • Retribuzioni per lavori relative a periodi superiori al mese (a partire dalla data di termine del rapporto);
  • Diritto dei notai, per i loro atti svolti nell’esercizio della loro prestazione;
  • Retribuzione delle lezioni da parte degli insegnanti, se queste sono state impartite per più di un mese;
  • Compenso dei professionisti per l’opera prestata e per il rimborso delle spese;

 

Vengono prescritti in un anno:

  • Rette scolastiche;
  • Abbonamenti a palestre, piscine e centri sportivi;
  • Pagamento dei mediatori;
  • Diritti derivanti dal contratto di spedizione e dal contratto di trasporto. Se tuttavia il trasporto avviene fuori d’Europa, la prescrizione è di diciotto mesi.
  • Diritti verso gli esercenti pubblici servizi di linea;
  • Pagamento delle rate di premi assicurativi RC, furto e incendio;
  • Retribuzione delle lezioni da parte degli insegnanti, se queste sono state impartite a mesi o a giorni o a ore;
  • Retribuzioni per lavori relative a periodi inferiori al mese (a partire dalla data di termine del rapporto);
  • Compenso degli ufficiali giudiziari;
  • Valore da pagare ai commercianti per il prezzo dei prodotti venduti e il compenso degli atti compiuti nella loro qualità;
  • Diritto dei commercianti, per il prezzo delle merci vendute a chi non ne fa commercio;
  • Valore da pagare ai farmacisti per i prodotti venduti;

Viene prescritta in sei mesi la retta da pagare agli albergatori.

Prescrizione dei crediti: le prassi corrette da adottare

Nella prescrizione dei crediti bisogna comunque seguire sempre questa semplice regola: non bisogna mai far passare mai troppo tempo tra il momento in cui nasce il credito e quello in cui si richiede il pagamento.

La prescrizione dei crediti può essere soggetta a decorso, cioè può essere temporaneamente stoppata attraverso un atto, notificato al debitore, con il quale il creditore manifesta in modo chiaro ed univoco la propria volontà di recuperare quanto gli è dovuto

Molto importante è che il debitore riceva presso il suo domicilio, anche un giorno prima dalla scadenza del credito, un documento con il quale il creditore richiede il pagamento di quanto dovuto. È in questo momento che entrano in gioco le società di recupero crediti il cui obiettivo è recuperare il valore del credito, possibilmente in via stragiudiziale.

Nexthod Finance offre un servizio di analisi gratuita che in tempi brevi ti permetterà di capire in che modo e con che tempi ti sarà possibile recuperare il tuo credito, velocizzando l’operazione e operando in maniera stragiudiziale

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto (richiesto)

Il tuo messaggio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *